La Zonta de Venesia

uniti rispettando le particolarità di ognuno
 
IndiceIndice  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividi | 
 

 sulla marina

Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
Ekho

avatar

Messaggi : 190
Data d'iscrizione : 06.01.10

MessaggioTitolo: Re: sulla marina   Mer Dic 01, 2010 4:01 am

Giles ha scritto:
Da quel che ho letto io sarei d'accordo con le proposte di: Princesa_Ira Ubertini e di Gheardo


Ti do un consiglio Giles, chiamala Ira se non vuoi che la sua rabbia si abbatta su di te...un consiglio da parte di una persona che lo ha provato sulla pelle Laughing Laughing dico bene Ira ? Razz


Detta questa cavolata mi è venuta in mente un'altra cosa, che non risolverà certo i problemi di Venezia ma potrebbe creare interesse verso i nostri porti e rafforzare i rapporti con i vicini. Potremmo creare una regata a tappe che vedrà contrapposte le navi dei ducati vicini, (una per Ducato) Modena, Venezia, Abruzzi e Croazia. Partenza da Pola per raggiungere Chieti, da chieti in Albania, poi su veloci verso la Croazia per poi finire nuovamente a Pola (o Venezia). Premio ? Ducati o viveri e tanta tanta gloria. Smile
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Princesa_Ira Ubertini

avatar

Messaggi : 921
Data d'iscrizione : 28.12.09
Età : 33
Località : verona... rl:napoli

MessaggioTitolo: Re: sulla marina   Mer Dic 01, 2010 2:03 pm

Ekho ha scritto:


Per quanto riguarda per i trasporti non commerciali qualcosa si è fatto, la S.Marco fino a quando c'ero io come vice cap. non è mai stata ferma un giorno in porto, ha sempre scarrozzato persone in giro per la Repubblica. Adesso non so come è la situazione ma la cosa deve continuare; aprire sezioni apposite (con tragitti e costi ) nelle Taverne, nei Municipi veneziani e non, creare canali con gli altri Ducati anche esteri...l'unica cosa è che le persone non fanno la fila per viaggiare e a questo difficilmente potremmo porre rimedio. Far capire che Pola-Venezia sono 2/3 giorni di viaggio circa potrebbe essere un incentivo...

Buona notizia, peccato che la popolazione non ne sia informata per questo dico che bisogna promuovere la cosa ad ogni livello anche con i diplomatici nei paesi vicini....

Citazione :

Per quanto riguarda i trasporti commerciali qui molto dipende dall'inventiva delle persone; quella sono convinto che non manca, piuttosto a mancare sono i ducati per acquistare una nave...qui sorge un grosso dilemma. Un modo di aiutare le persone sarebbe supportare l'acquisto della nave...ma chi ce lo dice che chi verrà aiutato non si "dimentichi" di dare tutto il dovuto alla Repubblica. Allora l'unico modo con cui possiamo invogliare un mercante veneziano a mettersi nel commercio è creare un associazione, passatemi il termine "para-repubblicana", cioè gestita da privati cittadini che però vengono supportati dalla repubblica stessa. I commercianti dovrebbero essere messi in contatto con le varie associazioni artigianali e agricole e contrattare prezzi vantaggiosi in un forum che chiameremo "fiera veneziana" o "mercato veneziano". Se la cosa dovesse riuscire in una solo colpo daremo una sveglia alla cittadinanza ed in più toglieremo eccedenze dal mercato (abolire la legge sullo schiavismo aiuterebbe il tutto).



Per questo motivo si potrebbe proporre di creare delle navi municipali in collaborazione in caso tra municipi che lavorino sia per loro che per la repubblica... Sarebbe secondo me una buona idea, che mi ispirato quel geniaccio di mio marito




Citazione :
Tasse sugli ormeggi: legge fatta per fare. Non ci vuole un genio per capire che limita gli attracchi dei visitatori esteri e dei possibili commercianti. Se poi cittadini veneziani che hanno comprato una nave per tenerla parcheggiata in porto con il solo scopo di farci feste a base di rum decidono di parcheggiarla a Massa, a me sinceramente mi fanno un grossissimo piacere. Dunque io direi che hai un tot. di giorni (5-10-15 giudicate voi) di attracco gratuito dopodichè o paghi o te ne vai; i posti sono pochi e se ci mettiamo che avviare la costruzione di una nave occupa un posto fai presto a riempiere le banchine, se devo anche funzionare come rimessaggio...ci sono porti naturali anche sul territorio veneziano, che la parcheggino là.
Mercanti o traghettatori che raggiungono particolari accordi con la Repubblica possono usufruire di un prolungamento dei giorni da passare ormeggiati o addirittura essere esenti dal pagamento delle tasse.

Mi rendo conto che in 60 giorni di legislatura non si può fare tanto ma se non iniziamo da qualche parte non cambiamo mai niente.
Molte cose sono già state proposte, questo è il mio pensiero generale sull'argomento.

Concordo a pieno.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Princesa_Ira Ubertini

avatar

Messaggi : 921
Data d'iscrizione : 28.12.09
Età : 33
Località : verona... rl:napoli

MessaggioTitolo: Re: sulla marina   Mer Dic 01, 2010 2:05 pm

Ekho ha scritto:
Giles ha scritto:
Da quel che ho letto io sarei d'accordo con le proposte di: Princesa_Ira Ubertini e di Gheardo


Ti do un consiglio Giles, chiamala Ira se non vuoi che la sua rabbia si abbatta su di te...un consiglio da parte di una persona che lo ha provato sulla pelle Laughing Laughing dico bene Ira ? Razz


Detta questa cavolata mi è venuta in mente un'altra cosa, che non risolverà certo i problemi di Venezia ma potrebbe creare interesse verso i nostri porti e rafforzare i rapporti con i vicini. Potremmo creare una regata a tappe che vedrà contrapposte le navi dei ducati vicini, (una per Ducato) Modena, Venezia, Abruzzi e Croazia. Partenza da Pola per raggiungere Chieti, da chieti in Albania, poi su veloci verso la Croazia per poi finire nuovamente a Pola (o Venezia). Premio ? Ducati o viveri e tanta tanta gloria. Smile

Ekuccio guarda che sei sempre in tempo per provare nuovamente la mia Ira..... Razz Razz Razz Che la tua pelle mi sa che non ricorda bene.... Razz Razz Razz

Si Giles puoi chiamarmi Ira fai prima... Wink

L'idea della regata me garba, non è che potresti stilare un idea prototipo?
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Ekho

avatar

Messaggi : 190
Data d'iscrizione : 06.01.10

MessaggioTitolo: Re: sulla marina   Mer Dic 01, 2010 3:19 pm

Princesa_Ira Ubertini ha scritto:
Ekho ha scritto:
Per quanto riguarda i trasporti commerciali qui molto dipende dall'inventiva delle persone; quella sono convinto che non manca, piuttosto a mancare sono i ducati per acquistare una nave...qui sorge un grosso dilemma. Un modo di aiutare le persone sarebbe supportare l'acquisto della nave...ma chi ce lo dice che chi verrà aiutato non si "dimentichi" di dare tutto il dovuto alla Repubblica. Allora l'unico modo con cui possiamo invogliare un mercante veneziano a mettersi nel commercio è creare un associazione, passatemi il termine "para-repubblicana", cioè gestita da privati cittadini che però vengono supportati dalla repubblica stessa. I commercianti dovrebbero essere messi in contatto con le varie associazioni artigianali e agricole e contrattare prezzi vantaggiosi in un forum che chiameremo "fiera veneziana" o "mercato veneziano". Se la cosa dovesse riuscire in una solo colpo daremo una sveglia alla cittadinanza ed in più toglieremo eccedenze dal mercato (abolire la legge sullo schiavismo aiuterebbe il tutto).



Per questo motivo si potrebbe proporre di creare delle navi municipali in collaborazione in caso tra municipi che lavorino sia per loro che per la repubblica... Sarebbe secondo me una buona idea, che mi ispirato quel geniaccio di mio marito

Io avevo pensato più ad una compagnia privata, supportata dalla repubblica solamente per quanto riguarda l'allacciamento di rapporti con le varie associazioni; creare una piazza comune dove produttori possono offrire merce a prezzi bassi ed i mercanti possono trattare gli acquisti mi sembra una buona idea...se ci fosse stato una cosa così quando decisi di crare la mia compagnia forse sarebbe ancora in piedi...


Princesa_Ira Ubertini ha scritto:
L'idea della regata me garba, non è che potresti stilare un idea prototipo?

Allora partenza dal porto di pola di quattro navi, gli equipaggi devono partire da terra ed imbarcarsi. Le quattro navi devono navigare fino al porto di Chieti dove il capoporto sà che devono arrivare e affretta le procedure di attracco. Le navi ripartiranno alla volta della seconda tappa, attracco e ripartenza, sino alla tappa finale che sarà pola o venezia (meglio Pola), se le navi partecipanti erappresenteranno i ducati vicini allora l'eqwuipaggio che vincerà si porterà a casa la coppa con una pergamena che attesti la vittoria, la seconda edizione della regata dovrà essere organizzata dal Ducato vincitore che deciderà il tragitto che le navi dovranno fare. Oppure decidiamo che la seconda edizione sarà sempre organizzata da venezia vediamo, se gli equipaggi sono privati e non gareggiano per i Ducati allora mettiamo dei premi più consistenti, la coppa, la pergamena e la prossima edizione la organizziamo sempre noi...è questo il prototipo di idea o vuoi una cosa un po' più dettagliata ?

ti metto una mappa del tragitto che avevo pensato:



Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Princesa_Ira Ubertini

avatar

Messaggi : 921
Data d'iscrizione : 28.12.09
Età : 33
Località : verona... rl:napoli

MessaggioTitolo: Re: sulla marina   Mer Dic 01, 2010 3:33 pm

Ekho ha scritto:
Princesa_Ira Ubertini ha scritto:
Ekho ha scritto:
Per quanto riguarda i trasporti commerciali qui molto dipende dall'inventiva delle persone; quella sono convinto che non manca, piuttosto a mancare sono i ducati per acquistare una nave...qui sorge un grosso dilemma. Un modo di aiutare le persone sarebbe supportare l'acquisto della nave...ma chi ce lo dice che chi verrà aiutato non si "dimentichi" di dare tutto il dovuto alla Repubblica. Allora l'unico modo con cui possiamo invogliare un mercante veneziano a mettersi nel commercio è creare un associazione, passatemi il termine "para-repubblicana", cioè gestita da privati cittadini che però vengono supportati dalla repubblica stessa. I commercianti dovrebbero essere messi in contatto con le varie associazioni artigianali e agricole e contrattare prezzi vantaggiosi in un forum che chiameremo "fiera veneziana" o "mercato veneziano". Se la cosa dovesse riuscire in una solo colpo daremo una sveglia alla cittadinanza ed in più toglieremo eccedenze dal mercato (abolire la legge sullo schiavismo aiuterebbe il tutto).



Per questo motivo si potrebbe proporre di creare delle navi municipali in collaborazione in caso tra municipi che lavorino sia per loro che per la repubblica... Sarebbe secondo me una buona idea, che mi ispirato quel geniaccio di mio marito

Io avevo pensato più ad una compagnia privata, supportata dalla repubblica solamente per quanto riguarda l'allacciamento di rapporti con le varie associazioni; creare una piazza comune dove produttori possono offrire merce a prezzi bassi ed i mercanti possono trattare gli acquisti mi sembra una buona idea...se ci fosse stato una cosa così quando decisi di crare la mia compagnia forse sarebbe ancora in piedi...


Non ho capito bene cosa proponi... Che intendi per una piazza comune? E come la repubblica dovrebbe supportare?




Citazione :

Allora partenza dal porto di pola di quattro navi, gli equipaggi devono partire da terra ed imbarcarsi. Le quattro navi devono navigare fino al porto di Chieti dove il capoporto sà che devono arrivare e affretta le procedure di attracco. Le navi ripartiranno alla volta della seconda tappa, attracco e ripartenza, sino alla tappa finale che sarà pola o venezia (meglio Pola), se le navi partecipanti erappresenteranno i ducati vicini allora l'eqwuipaggio che vincerà si porterà a casa la coppa con una pergamena che attesti la vittoria, la seconda edizione della regata dovrà essere organizzata dal Ducato vincitore che deciderà il tragitto che le navi dovranno fare. Oppure decidiamo che la seconda edizione sarà sempre organizzata da venezia vediamo, se gli equipaggi sono privati e non gareggiano per i Ducati allora mettiamo dei premi più consistenti, la coppa, la pergamena e la prossima edizione la organizziamo sempre noi...è questo il prototipo di idea o vuoi una cosa un po' più dettagliata ?

ti metto una mappa del tragitto che avevo pensato:




Quindi se ho ben capito bisogna coinvolgere almeno i 4 stati anche per le autorizzazioni dei porti giusto???
E' una bella ideaaaaa....
Me garba me garba
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Ekho

avatar

Messaggi : 190
Data d'iscrizione : 06.01.10

MessaggioTitolo: Re: sulla marina   Mer Dic 01, 2010 4:26 pm

Princesa_Ira Ubertini ha scritto:
Che intendi per una piazza comune? E come la repubblica dovrebbe supportare?

Provo a spiegarti quale è il mio pensiero.
La Repubblica mette un annuncio in taverna dove spiega ai possessori di navi che vorranno intraprendere il commercio navale, che darà contatti con i quali commerciare o chiudere trattative.
Un ministro (io se fosse possibile ne creerei uno nuovo, tipo ministro del commercio o della marina commerciale) instaura rapporti con le varie entità ducali o extraducali (associazioni o filiere varie) e le fa convogliare in un forum che chiameremo "fiera di Venezia". Nella fiera di Venezia potranno così mettersi facilmente in contatto produttori e commercianti per concludere trattative.
Nella città di Parenzo ci sono varie associazioni come l'associazione coltivatori di verdura o la gilda dei pescatori, in altre città ci potrebbero essere le associazioni di fabbri, carpentieri, panettieri, mugnai, allevatori etc... cosa fanno queste associazioni di buono ?! La maggior parte delle volte niente, ci si riunisce in una stanza e ci si guarda nelle palle degli occhi finchè non ci annoiamo...ecco cosa concludano le associazioni, almeno quelle a cui ho preso parte. Dobbiamo costringerle ad organizzarsi.
Ma se i pescatori di Parenzo hanno un forum dove possono dire, vendiamo 30 pesci a 16 ducati c'è qualcuno interessato? E la stessa cosa può succedere con le verdure, la carne, il latte, con qualsiasi oggetto o alimento insomma. Un mercante è facilitato perchè può trattare con varie città semplicemente consultando un forum, i venditori sono avvantaggiati perchè hanno la possibilità di vendere al di fuori del proprio mercato cittadino.

In poche parole la repubblica deve stimolare i capitani delle navi e cercare di funzionare da collante fra produttori e mercanti, e trovare possibili rotte commerciali o società mercantili anche non veneziane disponibili a trattare con i nostri mercanti...


Princesa_Ira Ubertini ha scritto:
Quindi se ho ben capito bisogna coinvolgere almeno i 4 stati anche per le autorizzazioni dei porti giusto???

Esatto (è una sorta di america's cup), potremmo far partecipare una nave per ducato e trattare con i porti per avere le autorizzazioni di attracco nel periodo della gara...

Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Princesa_Ira Ubertini

avatar

Messaggi : 921
Data d'iscrizione : 28.12.09
Età : 33
Località : verona... rl:napoli

MessaggioTitolo: Re: sulla marina   Mer Dic 01, 2010 4:58 pm

Che ne pensate???
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Maimone

avatar

Messaggi : 429
Data d'iscrizione : 29.12.09

MessaggioTitolo: Re: sulla marina   Mer Dic 01, 2010 5:24 pm

L'idea non è per niente malvagia
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Ekho

avatar

Messaggi : 190
Data d'iscrizione : 06.01.10

MessaggioTitolo: Re: sulla marina   Mer Dic 01, 2010 9:03 pm

I sindaci potrebbero collaborare nella cosa che ho appena detto? Cioè vi sto facendo una domanda tecnica da profano del ruolo di sindaco...se l'associazione XXX di Udine si accorda con un mercante di Parenzo i sindaci di Udine e Parenzo possono fare da intermediari facendo arrivare la merce a destinazione senza che il mercante si debba spostare dalla propria città?


Avrei anche delle idee su schiavismo e associazioni da condividere con tutti, lo posso fare qui, visto che comunque riguarda in parte il discorso che avevo affrontato nel post sopra?
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Maimone

avatar

Messaggi : 429
Data d'iscrizione : 29.12.09

MessaggioTitolo: Re: sulla marina   Mer Dic 01, 2010 10:38 pm

Ekho ha scritto:
I sindaci potrebbero collaborare nella cosa che ho appena detto? Cioè vi sto facendo una domanda tecnica da profano del ruolo di sindaco...se l'associazione XXX di Udine si accorda con un mercante di Parenzo i sindaci di Udine e Parenzo possono fare da intermediari facendo arrivare la merce a destinazione senza che il mercante si debba spostare dalla propria città?

servirebbe la collaborazione della repubblica per fare i mandati ai rispettivi sindaci
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: sulla marina   

Torna in alto Andare in basso
 
sulla marina
Torna in alto 
Pagina 2 di 2Vai alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» N.11/LEG XXI/1458 -Approvato Nuovo regolamento sulla Marina Mercantile
» Vi segnalo questo interessante articolo sulla salute delle donne (aborto, legge 40 e chi più ne ha più ne metta)
» Ragazze ricordate lo speciale sulla fecondazione che era in onda su Sky?
» N.15/XXI LEG/ 1458- nuovo regolamento della marina militare
» macchie sulla pelle

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
La Zonta de Venesia :: Dicembre 1458-
Vai verso: