La Zonta de Venesia

uniti rispettando le particolarità di ognuno
 
IndiceIndice  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividi | 
 

 Bozza programma

Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
annamarianna

avatar

Messaggi : 72
Data d'iscrizione : 04.03.10

MessaggioTitolo: Re: Bozza programma   Ven Dic 10, 2010 1:27 am

1) Riguardo l' eliminazione della legge sulla frode fiscale secondo me credo non sia giusto , la legge e' uguale per tutti , e se qualcuno non paga le tasse un giorno di gli basterebbe per far rispettare le leggi

2) parlando di legge mi viene da proporre una cosa che succede sempre
Come tutti sappiamo per entrare in Capitale ci vuole obbligatoriamente il permesso di soggiorno e chi viola la legge art. 5.14 del C.I. , viene condannato con un'ammenda di 23 dct a volte ridotta a 15 ma alcuni giungono con l'intento di trasferirsi e prendono cittadinanza Veneziana quindi non sembra giusto condannarli a pagare la pena pecuniaria

3) IO non sono daccordo che si possano candidare a Sindaco o alle elezioni persone come ex briganti e non , che hanno subito una condanna negli ultimi mesi e mettere a rischio le casse municipali per come non sono daccordo che un Tribuno accetti ex briganti come tutor assegnando loro i nuovi nati
si dice che il lupo perde il pelo ma non il vizio
tranne chè infatti non restituiscano il mal tolto
secondo me nn accetterebbero i lavori forzati , poi kissa'



Citazione :
preferisco mettere unicamente, l'abilizione della legge sullo schiavismo
Cosa intendi , che chi assume sotto ai 15 non deve essere denunciato ?
pero' facendo un calcolo , se io accetto un lavoro offerto a 14 dct vuol dire che mi stava bene , ma se non mi sta bene e non lo accetto preferisco andare a pescare o andare in miniera ..
forse intendi questo ? potrebbe andare

Citazione :
La tassa nobiliare sarà applicata con la nomina di ogni Doge e la proponiamo con i seguenti valori:

Baroni: 10 ducati
Visconti: 20 ducati
Conti: 30 ducati
Marchesi : 40

Intendi dire che ogni 60 giorni baroni visconti conti e marchesi devono pagare una tassa per mantenersi tale titolo di nobilta' ?

Citazione :
I nobili non residenti nella Repubblica non sono esenti da tale tassa e dovranno agire per mezzo del loro vassallo o trovare modo di saldare il debito con il Doge di Venezia.

Cioe' un Barone , visconte , conte e marchese chiunque sia non residente nella Serenissima ma che vi giunge deve pagare anche egli una tassa solo per pestare il nostro territorio ? Non ho capito il funzionamento di questa cosa

Che poi grazie ai nobili e alla nobilta' ogni citta' gia' ha la fortuna di prendere ducati


Sono daccordo con Giles sul fatto di aumentare una volta a settimana il salario della miniera

sono daccordo anche sull'idea riguardo il procedimento sulla sosta delle navi .

Citazione :
- Il pagamento delle tasse avverrà come di seguito riportato:
Nel corso dei primi 15 giorni di sosta i Capitani non dovranno pagare nessuna tassa

Dal giorno 15 in poi verrà applicata una tariffa giornaliera per le navi in sosta, in particolare essa sarà cosi fissata:

istituzioni repubblicane/navi in prestito alla repubblica:0
privati serenissimi:1 ducati giornalieri
privati stranieri:2 ducati giornalieri

Se una nave scaduti i primi quindici giorni di sosta, salpa dal porto dove era ormeggiato ed attracca in un altro porto della Serenissima, prima che siano passati 10 giorni, dovrà pagare una tassa dal giorno dell'attracco in poi, secondo le seguenti tariffe:

istituzioni repubblicane/navi in prestito alla repubblica:0
privati serenissimi:1 ducati giornalieri
privati stranieri:2 ducati giornalieri

POTREBBE ANDARE BENE

cmq meglio se si rimette qui una bozza del programma piu chiara Laughing
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Ekho

avatar

Messaggi : 190
Data d'iscrizione : 06.01.10

MessaggioTitolo: Re: Bozza programma   Ven Dic 10, 2010 3:05 am

Citazione :
Cioe' un Barone , visconte , conte e marchese chiunque sia non residente nella Serenissima ma che vi giunge deve pagare anche egli una tassa solo per pestare il nostro territorio ? Non ho capito il funzionamento di questa cosa

Io leggendo ho capito che i nobili veneziani, non residenti a Venezia non sono esenti dal pagamento di questa tassa. Non credo che si riferisca a nobili di passaggio.



Citazione :
Che poi grazie ai nobili e alla nobilta' ogni citta' gia' ha la fortuna di prendere ducati

Non vorrei dire una castroneria ma credo che solo i nobili "a pagamento" come me portino grana alle casse della repubblica.




Comunque la tassa sulla nobiltà non mi convince, si chiede tanto ma non si offre molto...
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Thay

avatar

Messaggi : 704
Data d'iscrizione : 28.12.09
Età : 32

MessaggioTitolo: Re: Bozza programma   Ven Dic 10, 2010 11:36 am

Ho provato a snellire e aggiungere un pò di cose sull'economia, perchè se non abbiamo i soldi, stiamo freschi a fa tutto il resto

Citazione :


Economia

La situazione economica attuale non gode di ottima salute, motivo per cui, bisogna ristabilire la situazione al fine di non dover fare salti mortali per arrivare a fine settimana, avendo le mani legate sui vari ed eventuali progetti che si vogliono attuare,oltre alla normale amministrazione con sempre maggiori commerci ecc, le riforme economiche che proponiamo sono:

-abolizione totale della legge sullo schiavismo, che comporta i seguenti benefici:migliore affluenza mineraria, abbassamento dei costi delle materie prime, quindi poi degli altri prodotti, minori spese processuali e vigilanza dei Vp, che possono impiegare il tempo in altri monitoraggi.

-Nel conteggio del Consolidato, nelle città di foresta, il controvalore delle asce deve essere un terzo di quello di acquisto, per lasciare al Sindaco maggiore autonomia gestionale non costringendolo ad una donazione che può portare complicanze

-Finchè le casse non godranno di buonissima salute, si propone un ridimenzionamento delle spese di prestigio, al fine di convertire merce in denaro per eventuali investimenti.

- Riteniamo opportuno che ogni 20 giorni siano fatte prove per la sostituzione della Fiera della Repubblica, per evitare che al momento della sua chiusura ci sia disorganizzazione;
Il Tm e Lo sceriffo si dovranno coordinare per almeno 4 giorni per far sì che le esecitazioni si svolgano al meglio preparando tutti i sindaci della Repubblica.

Piano di ripristino cassa ( di durata 30 giorni)
- abbassamento del salario delle miniere a 15: abolendo la legge sullo schiavismo la miniera rimarrà comunque un lavoro più appetibile, inoltre avremo in media un risparmio di 5610 dc

-blocco dell'acquisto di frutta da parte della Repubblica: abbiamo in moltissime città un esubero di verdure a prezzi bassissimi, ed il non utilizzo del frutteto incrementa l'afflusso delle miniere soprattutto da parte dei liv1.

-imposizione della tassa minima di un ducato(facilmente recuperabile) a scadenza di 15 giorni, per una maggiore equità. Se la Repubblica sta bene, ne beneficiano tutti i cittadini, e quindi occorre la collaborazione di tutti.

Sul rimborso dovuto a cattiva gestione
Al termine dei mandati municipali e Consiliari, si effettuerà un bilancio, in caso di perdita di liquidità causata da manifesta incapacità nella gestione, il responsabile sarà obbligato ad un risarcimento di 1/3 della perdita.

Iniziamo a commentare su questo poi elaboro altro.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Nicuz

avatar

Messaggi : 316
Data d'iscrizione : 29.12.09

MessaggioTitolo: Re: Bozza programma   Ven Dic 10, 2010 11:49 am

Approvo in toto il prospetto sull'economia postato da Thay.

Dobbiamo avere il coraggio di osare con idee innovative, magari poco popolari ma per risollevare le casse servono idee nuove.

In merito alla cosa dei nobili contrarissimo, ma nn perchè sono nobile ma perchè la cosa non è avvallata da privilegi per i nobili.

Della serie hanno i doveri ma non i diritti!!
O si implementano entrambi o nessuno....... alla fine è un titolo per merito lo tassiamo pure??
Suvvia..

N.B. Domani ho più tempo e commento il resto.

Voglio aggiungere di sicuro la legge proposta da Cangrande sul predominio sui mari??? per me è vitale metterla..
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Princesa_Ira Ubertini

avatar

Messaggi : 921
Data d'iscrizione : 28.12.09
Età : 33
Località : verona... rl:napoli

MessaggioTitolo: Re: Bozza programma   Ven Dic 10, 2010 12:35 pm

Se mettiamo la tassa non si preleva più dai municipi...
Ve lo dico spassionatamente...
Non si può sempre prendere....

La vendita di frutta è minima massimo 3-4 frutti al giorno quindi non credo ci siano dei risultati con quest'azione


Io lo sapevo che sulla legge dei nobili ci sarebbero state rimostranze... Ma visto che a mali estremi estremi rimedi...
Se si devono tassere tutti perchè non si possono tassare i nobili??
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Princesa_Ira Ubertini

avatar

Messaggi : 921
Data d'iscrizione : 28.12.09
Età : 33
Località : verona... rl:napoli

MessaggioTitolo: Re: Bozza programma   Ven Dic 10, 2010 12:40 pm

annamarianna ha scritto:
1) Riguardo l' eliminazione della legge sulla frode fiscale secondo me credo non sia giusto , la legge e' uguale per tutti , e se qualcuno non paga le tasse un giorno di gli basterebbe per far rispettare le leggi

2) parlando di legge mi viene da proporre una cosa che succede sempre
Come tutti sappiamo per entrare in Capitale ci vuole obbligatoriamente il permesso di soggiorno e chi viola la legge art. 5.14 del C.I. , viene condannato con un'ammenda di 23 dct a volte ridotta a 15 ma alcuni giungono con l'intento di trasferirsi e prendono cittadinanza Veneziana quindi non sembra giusto condannarli a pagare la pena pecuniaria

3) IO non sono daccordo che si possano candidare a Sindaco o alle elezioni persone come ex briganti e non , che hanno subito una condanna negli ultimi mesi e mettere a rischio le casse municipali per come non sono daccordo che un Tribuno accetti ex briganti come tutor assegnando loro i nuovi nati
si dice che il lupo perde il pelo ma non il vizio
tranne chè infatti non restituiscano il mal tolto
secondo me nn accetterebbero i lavori forzati , poi kissa'



Citazione :
preferisco mettere unicamente, l'abilizione della legge sullo schiavismo
Cosa intendi , che chi assume sotto ai 15 non deve essere denunciato ?
pero' facendo un calcolo , se io accetto un lavoro offerto a 14 dct vuol dire che mi stava bene , ma se non mi sta bene e non lo accetto preferisco andare a pescare o andare in miniera ..
forse intendi questo ? potrebbe andare

Citazione :
La tassa nobiliare sarà applicata con la nomina di ogni Doge e la proponiamo con i seguenti valori:

Baroni: 10 ducati
Visconti: 20 ducati
Conti: 30 ducati
Marchesi : 40

Intendi dire che ogni 60 giorni baroni visconti conti e marchesi devono pagare una tassa per mantenersi tale titolo di nobilta' ?

Citazione :
I nobili non residenti nella Repubblica non sono esenti da tale tassa e dovranno agire per mezzo del loro vassallo o trovare modo di saldare il debito con il Doge di Venezia.

Cioe' un Barone , visconte , conte e marchese chiunque sia non residente nella Serenissima ma che vi giunge deve pagare anche egli una tassa solo per pestare il nostro territorio ? Non ho capito il funzionamento di questa cosa

Che poi grazie ai nobili e alla nobilta' ogni citta' gia' ha la fortuna di prendere ducati


Sono daccordo con Giles sul fatto di aumentare una volta a settimana il salario della miniera

sono daccordo anche sull'idea riguardo il procedimento sulla sosta delle navi .

Citazione :
- Il pagamento delle tasse avverrà come di seguito riportato:
Nel corso dei primi 15 giorni di sosta i Capitani non dovranno pagare nessuna tassa

Dal giorno 15 in poi verrà applicata una tariffa giornaliera per le navi in sosta, in particolare essa sarà cosi fissata:

istituzioni repubblicane/navi in prestito alla repubblica:0
privati serenissimi:1 ducati giornalieri
privati stranieri:2 ducati giornalieri

Se una nave scaduti i primi quindici giorni di sosta, salpa dal porto dove era ormeggiato ed attracca in un altro porto della Serenissima, prima che siano passati 10 giorni, dovrà pagare una tassa dal giorno dell'attracco in poi, secondo le seguenti tariffe:

istituzioni repubblicane/navi in prestito alla repubblica:0
privati serenissimi:1 ducati giornalieri
privati stranieri:2 ducati giornalieri

POTREBBE ANDARE BENE

cmq meglio se si rimette qui una bozza del programma piu chiara Laughing

Per regole dell'imperatore non puoi negare a nessuno di candidarsi, ci può piacere o meno ma è così...

La tassa sui nobili è pr i nobili gdr, che non c'entrano con quelli di toga.... Ci sono nobili gdr che non vivono più in serenissima ma che mantengono il titolo (tipo valentinac) e quindi credo sia giusto che chiunque abbia il titolo paghi a prescendire da dove si trovi....
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Princesa_Ira Ubertini

avatar

Messaggi : 921
Data d'iscrizione : 28.12.09
Età : 33
Località : verona... rl:napoli

MessaggioTitolo: Re: Bozza programma   Sab Dic 11, 2010 9:11 pm

Allora ragazzi????
Dai che dovremmo uscire
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
annamarianna

avatar

Messaggi : 72
Data d'iscrizione : 04.03.10

MessaggioTitolo: Re: Bozza programma   Dom Dic 12, 2010 9:33 am

La Zonta de Venesia il 28 Dicembre 2010 compie un anno ?
anticipiamo i festeggiamenti e lo mettiamo nel programma elettorale ? santa lol!

------------------------------------------

Ne approfitto per fare i complimenti e gli auguri a coloro che hanno lavorato con pazienza , dedizione , e allegria per 12 lunghi mesi in questo favoloso Partito ed è grazie a voi se oggi anche io sono qui a farne parte anche se da poco

Ho preparato un pensierino in ricordo di questa campagna elettorale

Elezioni Dicembre 1458


Cin Cinnnnnnnnnnnn


AUGURIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII



kiss da Anna Laughing
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Princesa_Ira Ubertini

avatar

Messaggi : 921
Data d'iscrizione : 28.12.09
Età : 33
Località : verona... rl:napoli

MessaggioTitolo: Re: Bozza programma   Dom Dic 12, 2010 2:16 pm

Tesoro sei dolcissima!!!!!!!!!!!!!!!
Grazie!!!!
E' bello essere qui insieme....


Maritinooooooo... non dovevi emttere i tuoi commenti????
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Giles



Messaggi : 92
Data d'iscrizione : 28.11.10
Località : Parenzo

MessaggioTitolo: Re: Bozza programma   Dom Dic 12, 2010 6:57 pm

belluuu.. /me rinizia a canticchire il suo motivetto
123 forza Zonta olè
456 tutti glialtri son ga... Laughing
101001000 noi faremo scintille!

Dai ragazzi che ce la possiamo fare... USM io la reputo fuorigioco anche a Causa dell'incompetenza di chi adesso è al governo Mad
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.iregni.com
Nicuz

avatar

Messaggi : 316
Data d'iscrizione : 29.12.09

MessaggioTitolo: Re: Bozza programma   Dom Dic 12, 2010 8:05 pm

In rosso i cambiamenti... ^^

+
Citazione :

Legislazione

La chiarezza delle leggi è uno degli aspetti più importanti per favorire il buon andamento della Repubblica.
La Zonta de Venesia si prefigge di rivedere alcuni articoli del Corpus Iuris per far si che l'interpretazione delle leggi e l'applicazione delle stesse non permetta di venir meno alle proprie responasbilità civili e penali.
Contemporaneamente cercheremo di potenziare le frange della legislazione che hanno subito un accentramento togliendo di fatto potere ai primi responsabili delle città

Ci proponiamo di eliminare la legge sulla frode fiscale, in quanto risulta inutile poichè non è possibile obbligare i cittadini a pagare le tasse, ma sono essi stessi a doversi impegnare con senso civico per il benesse condiviso.

Auspichiamo l' abolizione delle leggi sulla speculazione e della manipolazione del mercato, nonché di tutte le eventuali ordinanze municipali di restrizione di accesso al mercato per i cittadini della Repubblica, siamo e saremo sempre per un mercato libero.


Il tutto in accordo e previa audizione dell'istituzione repubblicana preposta a consulto del Consiglio, la Consulta dei Quarantia.




Economia

TOLTA LA PARTE DELLA TASSA SUI NOBILI che non ha alcun senso.


Aggiungerei in toto la parte proposta da Thay anche se non diminuirei il salario delle minere a 15 ma lo manterrei a 16 ducati e eliminirei la legge sullo schiavismo.
Non serve più a verona se non metti lavori a 16 non assumi nessuno...


- Riteniamo opportuno che ogni 20 giorni siano fatte prove per la sostituzione della Fiera della Repubblica, per evitare che al momento della sua chiusura ci sia disorganizzazione;
Il Tm e Lo sceriffo si dovranno coordinare per almeno 4 giorni per far sì che le esecitazioni si svolgano al meglio preparando tutti i sindaci della Repubblica.

- Incentivi e riconoscimenti per coloro che lavorano e usano il proprio tempo per la Repubblica. Vice prefetti, Ambasciatori, Maganti, Capiporto, Accademici spesso lavorano molto e non hanno alcun riconoscimento.
(essi potranno esser a livello di privilegi o a livello meramente materiale)





Esercito e difesa

- Introduzione di un budget settimanale
Introdurre un budget di base per le operazioni di ordinaria amministrazione della sicurezza. Quando il budget stabilito per quel periodo viene superato, i costi delle operazioni saranno a spese dei militari e le responsabilità ricadono sullo stato maggiore che non è stato capace di gestire la missione entro i costi da loro stessi stimati. Il budget sarà stabilito dai ministri economici e dallo stato maggiore su base settimanale; Il budget sarà applicato ogni settimana anche nel caso in cui non ci siano missioni organizzate e quindi sarà un fondo moneterai che potrà essere utilizzato per corrispondere i salari dei militari.
non mi convince moltissimo.. io la toglierei

- Confronto pubblico con tutte le realtà dell'esercito, per individuare le loro problematiche e possibili soluzioni. Sarà aperto un tavolo pubblico ove un rappresentante per ogni grado e membro di ogni Istituzione militare possa
esporre le proprie necessità ed opinioni al Doge e i rappresentanti militari del Consiglio.

-Volontà di dare il giusto riconoscimento all'essere soldato repubblicano e volontà di tutti di formare anche a livello pratico le nostre reclute e i nostri gradi di comando affinchè si sia pronti ad immediate chiamate alle armi.
Rendere la Serenissima uno stato forte dal punto di vista militare è un dovere di tutti. Essere sempre impreparati agli eventi che capitano fulminei non è nella nostra volontà.



Miniere e Marina

- Le miniere sono sicuramente una risorsa preziosa e vitale per Venezia. In questo mandato lo Sceriffo e il TM hanno aumentato e reso stabile l'afflusso di materie prime ma bisogna continuare sulla stessa strada.
Proporre incentivi e attività ludiche legate all'andare in miniera sopratutto in quelle miniere che risultano sempre scarne e vuote nelle affluenze e che sono vitali per le casse repubblicane.

- Cambio del sistema di tasse portuali.
Il pagamento delle tasse avverrà come di seguito riportato:
Nel corso dei primi 10 giorni di sosta i Capitani non dovranno pagare nessuna tassa

Dal giorno 10 in poi verrà applicata una tariffa giornaliera per le navi in sosta, in particolare essa sarà cosi fissata:

istituzioni repubblicane/navi in prestito alla repubblica:0
privati serenissimi:1 ducati giornalieri
privati stranieri:2 ducati giornalieri

Se una nave scaduti i primi dieci giorni di sosta, salpa dal porto dove era ormeggiato ed attracca in un altro porto della Serenissima, prima che siano passati 10 giorni, dovrà pagare una tassa dal giorno dell'attracco in poi, secondo le seguenti tariffe:

istituzioni repubblicane/navi in prestito alla repubblica:0
privati serenissimi:1 ducati giornalieri
privati stranieri:2 ducati giornalieri



- Pianificazione rotte commerciali
Definire chiaramente le rotte commerciali ordinarie e tenere aggiornato il rapporto commerciale di ogni spedizione affinchè la nave repubblicana sia un utile.
Inoltre ci renderemo promotori della creazione di una fiera "secondaria" gestita in collaborazione dal tm economico affinchè la Repubblica favorisca l'iniziativa dei privati e lo scambio economico attraverso la navigazione.


- Realizzazione di una Venezia's Cup in collaborazione con gli Stati di R2S, Croazia e Modena

- Proponiamo una separazione dei compiti del il ministro delle miniere e delle grandi opere, infatti riteniamo che egli non sia predisposto a dover svolgere ruoli nella Marina.
Dunque ci renderemo promotori della proposta secondo cui egli continui a svolgere la normale amministrazione dovuta anche alle possibilità date dall'Imperatore (gdr off le azioni ig), mentre si vengano a creare due organismi separati per la marina mercantile e quella militare:
_ Per la marina mercantile bisognerebbe creare un'apposita consulta che, sotto l'egida di Sceriffo e Ministro del commercio, sviluppi le attività mercantili che fanno uso di navi;
_La marina militare dovrebbe ricadere sotto uno stato maggiore della marina, che risponda al Capitano in modo che così questi possa coordinare marina ed esercito quando c'è ne fosse la necessità.


- Valorizzazione del servizio traghetto anche proponendo una promozione a livello diplomatico con i nostri vicini. A tal fine desideriamo che si crei un'agenzia apposita che
si occupi della promozione e della realizzazione di tali viaggi.



Politica internazionale e cultura


-Studio e emanazione in tempi brevi della legge sulla supremazia dei mari: tutte le navi non costruite a Venezia o costruite a Venezia ma capitanate da uno straniero potranno avere accesso all’Adriatico solo se autorizzate dalla Serenissima Repubblcia (dogana) e dietro pagamento di una" tassa di protezione" In caso contrario, tutte le navi non veneziane potranno essere attaccate dalle navi al servizio della Repubblica o con lettere di corsa.

-Emanazione delle Lettere di Corsa : il permesso scritto e firmato di attaccare e saccheggiare tutte le navi straniere che non rispettano la legge sulla supremazia dei mari dietro segnalazioen della Repubblica stessa. Parte dei saccheggi (50%) sarà girato interamente alla Serenissima che garantirà al naviglio protezione nei propri porti.


Introduzione della Chiesa come moderatore del confronto politico
La Chiesa Aristotelica crediamo possa svolgere, con il pratiarca o un suo delegato, il ruolo di mediatore nei dibattiti della campagna elettorale, ad un tavolo
di discussione che ci auguriamo sia aperto ragionevolmente ad ogni scadenza elettorale 10 giorni prima delle votazioni.


-CREAZIONE DI CORSI PER CITTADINI
Essendo la Zonta un partito che ritiene fondamentale la cultura dei cittadini della Serenissima Republbica di Venezia, essa rispetta l'impegno di organizzare dei corsi nei quali verranno approfonditi vari argomenti come :
-la religione (con corsi di catechismo seguiti da parroci)
-la storia veneziana (con una persona che terrà delle lezioni in forum per arricchire la propria cultura personale)
-ruoli e funzioni di un consigliere comunale (con un esperto che terrà dei corsi per spiegare in modo approfondito il ruolo dei consiglieri comunali per entrare a far pèarte della politica cittadina)
-marina e navigazione (con un esperto che spiegherà attraverso un corso che si terrà in forum le conoscenze basilari per la Navigazione marittima e fluviale spiegando anche la funzione e i vari tipi di navi presenti)


-MECENATISMO

Vorremmo però che i nostri ambasciatori viaggiassero per recarsi personalmente nelle terre di cui siamo amici ed in quelle di cui potremmo diventarlo.
Garantire una presenza fattiva permetterebbe d'imparare in loco le abitudini locali ed acquisire maggiori informazioni su leggi e modalità di governo.
Si potrebbero inviare rappresentanti volontari della Serenissima Repubblica di Venezia, in terre limitrofe o meno, con diverse tipologie di mezzo di trasporto, sia in carrozza, a cavallo ed in nave.
Approfondire i rapporti con le terre che ci sono confintanti ed aprire la strada a possibilità commerciali che ancora ci precludiamo, stringere i rapporti con i rettorati esteri per approfondire la conoscenza interculturale e crare solide basi per coloro che vorranno viaggiare e studiare all'estero.

Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Princesa_Ira Ubertini

avatar

Messaggi : 921
Data d'iscrizione : 28.12.09
Età : 33
Località : verona... rl:napoli

MessaggioTitolo: Re: Bozza programma   Dom Dic 12, 2010 9:20 pm

Ho messo insieme tutto, fatto anche il gdr... Date conferma così Anna posta...



Venezia 12 Dicembre 1458, Venezia sede della Zonta

I granelli di sabbia scorrevano velocemente nella clessindra... Le elezioni ormai erano alle porte...
La sede della Zonta era un continuo via vai dei suoi membri che oltre a riunirsi quotidianamente per discutere del programma da presentare al popolo serenissimo erano in fermento per organizzare la festa per il primo anno del movimento, e si decise che il modo migliore era condividere il tutto con coloro per cui avevan ragione di esistere...

Rinnovarsi era da sempre la parola chiave, e questo era la linfa vitale del gruppo... Si era intrapreso il cammino con l'iniziativa di rendere partecipi i votanti nella scelta dei primi candidati in lista, ed ora ogni singolo membro si adoperava per presentare un programma che fosse all'altezza...
Ogni singolo membro con la sua storia, le sue esperienze, le sue idee contribuiva a dare una prospettiva e un analisi diversa per affrontare non solo i problemi ma sopratutto per proporre azioni...
"L'arte del dire" era cosa fin troppo sviluppata, ciò che la Zonta vuole è "L'arte del fare", ed è in questo modo che opera silenziosamente.

Troppo spesso si era perso il senso vero della politica, una politica per gli altri, una politica evolutiva e che getta le basi per le nuove generazioni...
Una politica incivile...Una politica arroccata in se stessa, non è ciò che vuole la Zonta....
Una politica che cerca linfa nei giovani, educata e rispettosa, una politica coinvolgente e attraente, senza sofismi, innovativa, non burocratica, trasparente e aperta all'altro è ciò che la Zonta auspica per l'avvenire e si impegnerà in prima persona per la sua concretizzazione....

I primi fiocchi di neve iniziavano ad imbiancare i paesaggi circostanti e ciò rese il tutto più armonioso e felice...
Mentre gli uomini discutevano sugli ultimi punti del programma, Annamarianna era dedita a preparare la pergamena di presentazione della lista e Ira ed Elisabetta a
riportare il testo...

Quando ebbero terminato consegnarono la pergamena ad un paggio affinchè l'affiggesse nella pubblica piazza....


Al popolo Serenissimo tutto

La Zonta de Venesia

Diamo spazio al Valore dei Piccoli per far progredire i Grandi...


La Zonta de Venesia si incarna in questo ideale, questo è il nostro punto di forza e il nostro obiettivo.
Ci presentiamo a voi per questa tornata elettorale con un intento preciso, vale a dire lavorare per la nostra Terra
puntando a raggiungere i massimi livelli in ogni campo migliorando ciò che non va.
Niente promesse, niente voli pindarici... Ma proposte concrete da realizzare, senza considerare amicizie e inimicizie...
Un progetto lavorare sodo e bene per Venezia...
Tra le nostre fila annoveriamo membri che hanno lavorato in diversi campi portando sempre ottimi risultati, e ognuno mette la propria esperienza idee e competenza al servizio di Venezia tutta
per contribuire alla crescita della Repubblica.
Punteremo a valorizzare le capacità dei singoli, liberandoli dalle catene che spesso esistono...
Saranno ascoltati gli esperti di ogni ambito, Accademia Militare, Accademia Culturale, Consulta Nobiliare, Consulta dei Quarantia, in quanto riteniamo che gli esperti del mestiere siano in grado di fornire le prospettive migliori.
Crediamo e ci renderemo fautori di un dialogo continuo tra le parti unico modo per poter guardare avanti...
Vi presentiamo il nostro programma suddiviso per sezioni, sperando che esso sia di facile lettura e comprensione e pronti e aperti al dialogo.



Legislazione

La chiarezza delle leggi è uno degli aspetti più importanti per favorire il buon andamento della Repubblica.
La Zonta de Venesia si prefigge di rivedere alcuni articoli del Corpus Iuris per far si che l'interpretazione delle leggi e l'applicazione delle stesse non permetta di venir meno alle proprie responasbilità civili e penali.
Contemporaneamente cercheremo di potenziare le frange della legislazione che hanno subito un accentramento togliendo di fatto potere ai primi responsabili delle città

Ci proponiamo di eliminare la legge sulla frode fiscale, in quanto risulta inutile poichè non è possibile obbligare i cittadini a pagare le tasse, ma sono essi stessi a doversi impegnare con senso civico per il benesse condiviso.

Auspichiamo l' abolizione delle leggi sulla speculazione e della manipolazione del mercato, nonché di tutte le eventuali ordinanze municipali di restrizione di accesso al mercato per i cittadini della Repubblica, siamo e saremo sempre per un mercato libero.

Il tutto in accordo e previa audizione dell'istituzione repubblicana preposta a consulto del Consiglio, la Consulta dei Quarantia.


- Reinserimento sociale per i condannati
Riteniamo che uno Stato all'avanguardia, deve occuparsi di ogni suo membro e per tale ragione proponiamo che i cittadini che si sono macchiati di reati contro le istituzioni e contro l'individuo vengano reinseriti nella comunità con piccole prove di fiducia per dimostrare la volontà di rimediare ai propri errori. Proponiamo alcuni esempi:


- Restituire la refurtiva di un colpo andato a buon fine
- Svolgere il lavoro duro della miniera per 12 giorni consecutivi
- Cercare un padre confessore e chiedere l'assoluzione dai peccati che testimoni a favore del giudicato
- Lavorare nella risorsa cittadina vendendo il prodotto al municipio ad un prezzo inferiore per almeno 5 giorni (ad esempio legna a 3,50, pesce a 15, frutta a 7) comprovato il tutto dalla testimonianza del sindaco.

Coloro interessati dovranno recarsi nell'ufficio del prefetto, che terrà un registro delle persone che parteciperanno a tale iniziativa. Per ottenere l'attestato di riconoscimento, l'interessato dovrà compiere almeno tre delle azioni sopracitate.


Economia

L'economia è il punto cardine di ogni realtà sociale e politica. Riteniamo che sia opportuno non imbrigliare in catene troppo strette i rappresentanti di tale ambito.
Siamo da sempre favorevoli al libero mercato...
Molto è stato fatto nel passato consiglio, ma ancora c'è da lavorare... La situazione economica attuale non gode di ottima salute, motivo per cui, bisogna ristabilire la situazione al fine di non dover fare salti mortali per arrivare a fine settimana, avendo le mani legate sui vari ed eventuali progetti che si vogliono attuare,oltre alla normale amministrazione con sempre maggiori commerci ecc, le riforme economiche che proponiamo sono:

-abolizione totale della legge sullo schiavismo, che comporta i seguenti benefici:migliore affluenza mineraria, abbassamento dei costi delle materie prime, quindi poi degli altri prodotti, minori spese processuali e vigilanza dei Vp, che possono impiegare il tempo in altri monitoraggi.

-Nel conteggio del Consolidato, nelle città di foresta, il controvalore delle asce deve essere un terzo di quello di acquisto, per lasciare al Sindaco maggiore autonomia gestionale non costringendolo ad una donazione che può portare complicanze

-Finchè le casse non godranno di buonissima salute, si propone un ridimenzionamento delle spese di prestigio, al fine di convertire merce in denaro per eventuali investimenti.

- Riteniamo opportuno che ogni 20 giorni siano fatte prove per la sostituzione della Fiera della Repubblica, per evitare che al momento della sua chiusura ci sia disorganizzazione;
Il Tm e Lo sceriffo si dovranno coordinare per almeno 4 giorni per far sì che le esecitazioni si svolgano al meglio preparando tutti i sindaci della Repubblica.


Piano di ripristino cassa ( di durata 30 giorni)

-blocco dell'acquisto di frutta da parte della Repubblica: abbiamo in moltissime città un esubero di verdure a prezzi bassissimi, ed il non utilizzo del frutteto incrementa l'afflusso delle miniere soprattutto da parte dei liv1.

-imposizione della tassa minima di un ducato(facilmente recuperabile) a scadenza di 30 giorni, per una maggiore equità. Se la Repubblica sta bene, ne beneficiano tutti i cittadini, e quindi occorre la collaborazione di tutti.


Sul rimborso dovuto a cattiva gestione
Al termine dei mandati municipali e Consiliari, si effettuerà un bilancio, in caso di perdita di liquidità causata da manifesta incapacità nella gestione, il responsabile sarà obbligato ad un risarcimento di 1/3 della perdita.

- Incentivi e riconoscimenti per coloro che lavorano e usano il proprio tempo per la Repubblica. Vice prefetti, Ambasciatori, Maganti, Capiporto, Accademici spesso lavorano molto e non hanno alcun riconoscimento.
Tali riconoscimenti potranno essere valutati dalla commissione economica e culturale in base alle condizioni della Repubblica




Esercito e difesa

- Introduzione di un budget settimanale
Introdurre un budget di base per le operazioni di ordinaria amministrazione della sicurezza. Quando il budget stabilito per quel periodo viene superato, i costi delle operazioni saranno a spese dei militari e le responsabilità ricadono sullo stato maggiore che non è stato capace di gestire la missione entro i costi da loro stessi stimati. Il budget sarà stabilito dai ministri economici e dallo stato maggiore su base settimanale; Il budget sarà applicato ogni settimana anche nel caso in cui non ci siano missioni organizzate e quindi sarà un fondo moneterai che potrà essere utilizzato per corrispondere i salari dei militari.


- Confronto pubblico con tutte le realtà dell'esercito, per individuare le loro problematiche e possibili soluzioni. Sarà aperto un tavolo pubblico ove un rappresentante per ogni grado e membro di ogni Istituzione militare possa
esporre le proprie necessità ed opinioni al Doge e i rappresentanti militari del Consiglio.

-Volontà di dare il giusto riconoscimento all'essere soldato repubblicano e volontà di tutti di formare anche a livello pratico le nostre reclute e i nostri gradi di comando affinchè si sia pronti ad immediate chiamate alle armi.
Rendere la Serenissima uno stato forte dal punto di vista militare è un dovere di tutti. Essere sempre impreparati agli eventi che capitano fulminei non è nella nostra volontà.
Pertanto riconoscendo l'ottimo lavoro fatto finora dal CAR, appoggeremo nuovamente l'iniziativa.



Miniere e Marina

- Le miniere sono sicuramente una risorsa preziosa e vitale per Venezia. In questo mandato lo Sceriffo e il TM hanno aumentato e reso stabile l'afflusso di materie prime ma bisogna continuare sulla stessa strada.
Riteniamo di fondamentale importanza la collaborazione tra i singoli Ministri Economici.
Proporre incentivi e attività ludiche legate all'andare in miniera sopratutto in quelle miniere che risultano sempre scarne e vuote nelle affluenze e che sono vitali per le casse repubblicane.

- Cambio del sistema di tasse portuali.
Analizzando l'attuale sistema, e confrontandolo con quello di altri paesi esteri ci siamo resi conto che il nostro non è competitivo
e rischia anzi di non rendere appetibile il passaggio nell nostre terre quindi proponiamo che il pagamento delle
tasse avverrà come di seguito riportato:

Nel corso dei primi 10 giorni di sosta i Capitani non dovranno pagare nessuna tassa

Dal decimo giorno in poi verrà applicata una tariffa giornaliera per le navi in sosta, in particolare essa sarà cosi fissata:

istituzioni repubblicane/navi in prestito alla repubblica:0
privati serenissimi: 1 ducato giornaliero
privati stranieri: 1,50 ducati giornaliero

Se una nave scaduti i primi dieci giorni di sosta, salpa dal porto dove era ormeggiato ed attracca in un altro porto della Serenissima, prima che siano passati 10 giorni, dovrà pagare una tassa dal giorno dell'attracco in poi, secondo le seguenti tariffe:

istituzioni repubblicane/navi in prestito alla repubblica:0
privati serenissimi: 1 ducato giornaliero
privati stranieri: 1,50 ducati giornalieri



- Pianificazione rotte commerciali
Definire chiaramente le rotte commerciali ordinarie e tenere aggiornato il rapporto commerciale di ogni spedizione affinchè la nave repubblicana sia un utile.
Inoltre ci renderemo promotori della creazione di una fiera "secondaria" gestita in collaborazione dal Team economico affinchè la Repubblica favorisca l'iniziativa dei privati e lo scambio economico attraverso la navigazione.


- Realizzazione di una Venezia's Cup in collaborazione con gli Stati di R2S, Croazia e Modena

- Proponiamo una separazione dei compiti del il ministro delle miniere e delle grandi opere, infatti riteniamo che egli non sia predisposto a dover svolgere ruoli nella Marina.
Dunque ci renderemo promotori della proposta secondo cui egli continui a svolgere la normale amministrazione dovuta anche alle possibilità date dall'Imperatore (gdr off le azioni ig), mentre si vengano a creare due organismi separati per la marina mercantile e quella militare:

_ Per la marina mercantile bisognerebbe creare un'apposita consulta che, sotto l'egida di Sceriffo e Ministro del commercio, sviluppi le attività mercantili che fanno uso di navi;
_La marina militare dovrebbe ricadere sotto uno stato maggiore della marina, che risponda al Capitano in modo che così questi possa coordinare marina ed esercito quando c'è ne fosse la necessità.


- Valorizzazione del servizio traghetto anche proponendo una promozione a livello diplomatico con i nostri vicini. A tal fine desideriamo che si crei un'agenzia apposita che
si occupi della promozione e della realizzazione di tali viaggi.



Politica internazionale e cultura


-Studio e emanazione in tempi brevi della legge sulla supremazia dei mari: tutte le navi non costruite a Venezia o costruite a Venezia ma capitanate da uno straniero potranno avere accesso all’Adriatico solo se autorizzate dalla Serenissima Repubblcia (dogana) e dietro pagamento di una" tassa di protezione" In caso contrario, tutte le navi non veneziane potranno essere attaccate dalle navi al servizio della Repubblica o con lettere di corsa.

-Emanazione delle Lettere di Corsa : il permesso scritto e firmato di attaccare e saccheggiare tutte le navi straniere che non rispettano la legge sulla supremazia dei mari dietro segnalazioen della Repubblica stessa. Parte dei saccheggi (50%) sarà girato interamente alla Serenissima che garantirà al naviglio protezione nei propri porti.

Introduzione della Chiesa come moderatore del confronto politico
La Chiesa Aristotelica crediamo possa svolgere, con il pratiarca o un suo delegato, il ruolo di mediatore nei dibattiti della campagna elettorale, ad un tavolo
di discussione che ci auguriamo sia aperto ragionevolmente ad ogni scadenza elettorale 10 giorni prima delle votazioni.


-CREAZIONE DI CORSI PER CITTADINI
Essendo la Zonta un partito che ritiene fondamentale la cultura dei cittadini della Serenissima Republbica di Venezia, essa rispetta l'impegno di organizzare dei corsi nei quali verranno approfonditi vari argomenti come :
-la religione (con corsi di catechismo seguiti da parroci)
-la storia veneziana (con una persona che terrà delle lezioni in forum per arricchire la propria cultura personale)
-ruoli e funzioni di un consigliere comunale (con un esperto che terrà dei corsi per spiegare in modo approfondito il ruolo dei consiglieri comunali per entrare a far pèarte della politica cittadina)
-marina e navigazione (con un esperto che spiegherà attraverso un corso che si terrà in forum le conoscenze basilari per la Navigazione marittima e fluviale spiegando anche la funzione e i vari tipi di navi presenti)


- MECENATISMO

Vorremmo che i nostri ambasciatori viaggiassero per recarsi personalmente nelle terre di cui siamo amici ed in quelle di cui potremmo diventarlo.
Garantire una presenza fattiva permetterebbe d'imparare in loco le abitudini locali ed acquisire maggiori informazioni su leggi e modalità di governo.
Si potrebbero inviare rappresentanti volontari della Serenissima Repubblica di Venezia, in terre limitrofe o meno, con diverse tipologie di mezzo di trasporto, sia in carrozza, a cavallo ed in nave.
Approfondire i rapporti con le terre che ci sono confintanti ed aprire la strada a possibilità commerciali che ancora ci precludiamo, stringere i rapporti con i rettorati esteri per approfondire la conoscenza interculturale e crare solide basi per coloro che vorranno viaggiare e studiare all'estero.


Elezioni Dicembre 1458



La Zonta, un ponte tra il popolo e le istituzioni per il bene della Serenissima!




Ultima modifica di Princesa_Ira Ubertini il Dom Dic 12, 2010 9:43 pm, modificato 2 volte
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Maimone

avatar

Messaggi : 429
Data d'iscrizione : 29.12.09

MessaggioTitolo: Re: Bozza programma   Dom Dic 12, 2010 9:33 pm

Princesa_Ira Ubertini ha scritto:
Ho messo insieme tutto, fatto anche il gdr... Date conferma così Anna posta...



Venezia 12 Dicembre 1458, Venezia sede della Zonta

I granelli di sabbia scorrevano velocemente nella clessindra... Le elezioni ormai erano alle porte...
La sede della Zonta era un continuo via vai dei suoi membri che oltre a riunirsi quotidianamente per discutere del programma da presentare al popolo
serenissimo erano in fermento per organizzare la festa per il primo anno del movimento, e si decise che il modo migliore era condividere il tutto con
coloro per cui avevan ragione di esistere...

Rinnovarsi era da sempre la parola chiave, e questo era la linfa vitale del gruppo... Si era iniziato con l'iniziativa di rendere partecipi i votanti nella scelta
dei primi candidati in lista, ed ora ogni singolo membro si adoperava per presentare un programma che fosse all'altezza...
Ogni singolo membro con la sua storia, le sue esperienze, le sue idee contribuiva a dare una prospettiva e un analisi diversa per affrontare
non solo i problemi ma sopratutto per proporre azioni...
"L'arte del dire" era cosa fin troppo sviluppata, ciò che la Zonta vuole è "L'arte del fare", ed è in questo modo che opera silenziosamente.

Troppo spesso si era perso il senso vero della politica, una politica per gli altri, una politica evolutiva e che getta le basi per le nuove generazioni...
Una politica incivile...Una politica arroccata in se stessa, e non è ciò che vuole la Zonta....
Una politica che cerca linfa nei giovani, educata e rispettosa, una politica coinvolgente e attraente, senza sofismi, innovativa, non burocratica, trasparente e aperta all'altro
è ciò che la Zonta auspica per l'avvenire e si impegnerà in prima persona per la sua concretizzazione....

I primi fiocchi di neve iniziavano ad imbiancare i paesaggi circostanti e ciò rese il tutto più armonioso e felice...
Mentre gli uomini discutevano sugli ultimi punti del programma, Annamarianna era dedita a preparare la pergamena di presentazione della lista e Ira ed Elisabetta a
riportare il testo...

Quando ebbero terminato consegnarono la pergamena ad un paggio affinchè l'affiggesse nella pubblica piazza....


Al popolo Serenissimo tutto

La Zonta de Venesia

Diamo spazio al Valore dei Piccoli per far progredire i Grandi...


La Zonta de Venesia si incarna in questo ideale, questo è il nostro punto di forza e il nostro obiettivo.
Ci presentiamo a voi per questa tornata elettorale con un intento preciso, vale a dire lavorare per la nostra Terra
puntando a raggiungere i massimi livelli in ogni campo migliorando ciò che non va.
Niente promesse, niente voli pindarici... Ma proposte concrete da realizzare, senza considerare amicizie e inimicizie...
Un progetto lavorare sodo e bene per Venezia...
Tra le nostre fila annoveriamo membri che hanno lavorato in diversi campi portando sempre ottimi risultati, e ognuno mette la propria esperienza idee e competenza al servizio di Venezia tutta
per contribuire alla crescita della Repubblica.
Punteremo a valorizzare le capacità dei singoli, liberandoli dalle catene che spesso esistono...
Saranno ascoltati gli esperti di ogni ambito, Accademia Militare, Accademia Culturale, Consulta Nobiliare, Consulta dei Quarantia, in quanto riteniamo che gli esperti del mestiere siano in grado di fornire le prospettive migliori.
Crediamo e ci renderemo fautori di un dialogo continuo tra le parti unico modo per poter guardare avanti...
Vi presentiamo il nostro programma suddiviso per sezioni, sperando che esso sia di facile lettura e comprensione e pronti e aperti al dialogo.



Legislazione

La chiarezza delle leggi è uno degli aspetti più importanti per favorire il buon andamento della Repubblica.
La Zonta de Venesia si prefigge di rivedere alcuni articoli del Corpus Iuris per far si che l'interpretazione delle leggi e l'applicazione delle stesse non permetta di venir meno alle proprie responasbilità civili e penali.
Contemporaneamente cercheremo di potenziare le frange della legislazione che hanno subito un accentramento togliendo di fatto potere ai primi responsabili delle città

Ci proponiamo di eliminare la legge sulla frode fiscale, in quanto risulta inutile poichè non è possibile obbligare i cittadini a pagare le tasse, ma sono essi stessi a doversi impegnare con senso civico per il benesse condiviso.

Auspichiamo l' abolizione delle leggi sulla speculazione e della manipolazione del mercato, nonché di tutte le eventuali ordinanze municipali di restrizione di accesso al mercato per i cittadini della Repubblica, siamo e saremo sempre per un mercato libero. Contrario ad eliminare la legge sulla speculazione, purtroppo è necesseria

Il tutto in accordo e previa audizione dell'istituzione repubblicana preposta a consulto del Consiglio, la Consulta dei Quarantia.


- Reinserimento sociale per i condannati
Riteniamo che uno Stato all'avanguardia, deve occuparsi di ogni suo membro e per tale ragione proponiamo che i cittadini che si sono macchiati di reati contro le istituzioni e contro l'individuo vengano reinseriti nella comunità con piccole prove di fiducia per dimostrare la volontà di rimediare ai propri errori. Proponiamo alcuni esempi:


- Restituire la refurtiva di un colpo andato a buon fine
- Svolgere il lavoro duro della miniera per almeno 15 giorni consecutivi, in base alla gravità dei reati di cui si è macchiato, e dovranno rendere alla repubblica il saldo domenicale[/color]
- Cercare un padre confessore e chiedere l'assoluzione dai peccati che testimoni a favore del giudicato
- Lavorare nella risorsa cittadina vendendo il prodotto al municipio ad un prezzo inferiore per almeno 5 giorni (ad esempio legna a 3,50, pesce a 15, frutta a 7) comprovato il tutto dalla testimonianza del sindaco.

Coloro interessati dovranno recarsi nell'ufficio del prefetto, che terrà un registro delle persone che parteciperanno a tale iniziativa. Per ottenere l'attestato di riconoscimento, l'interessato dovrà compiere TUTTE le azioni sopracitate.


Economia

L'economia è il punto cardine di ogni realtà sociale e politica. Riteniamo che sia opportuno non imbrigliare in catene troppo strette i rappresentanti di tale ambito.
Siamo da sempre favorevoli al libero mercato...
Molto è stato fatto nel passato consiglio, ma ancora c'è da lavorare... La situazione economica attuale non gode di ottima salute, motivo per cui, bisogna ristabilire la situazione al fine di non dover fare salti mortali per arrivare a fine settimana, avendo le mani legate sui vari ed eventuali progetti che si vogliono attuare,oltre alla normale amministrazione con sempre maggiori commerci ecc, le riforme economiche che proponiamo sono:

-abolizione totale della legge sullo schiavismo, che comporta i seguenti benefici:migliore affluenza mineraria, abbassamento dei costi delle materie prime, quindi poi degli altri prodotti, minori spese processuali e vigilanza dei Vp, che possono impiegare il tempo in altri monitoraggi.

-Nel conteggio del Consolidato, nelle città di foresta, il controvalore delle asce deve essere un terzo di quello di acquisto, per lasciare al Sindaco maggiore autonomia gestionale non costringendolo ad una donazione che può portare complicanze

-Finchè le casse non godranno di buonissima salute, si propone un ridimenzionamento delle spese di prestigio, al fine di convertire merce in denaro per eventuali investimenti.

- Riteniamo opportuno che ogni 20 giorni siano fatte prove per la sostituzione della Fiera della Repubblica, per evitare che al momento della sua chiusura ci sia disorganizzazione;
Il Tm e Lo sceriffo si dovranno coordinare per almeno 4 giorni per far sì che le esecitazioni si svolgano al meglio preparando tutti i sindaci della Repubblica.


Piano di ripristino cassa ( di durata 30 giorni)

-blocco dell'acquisto di frutta da parte della Repubblica: abbiamo in moltissime città un esubero di verdure a prezzi bassissimi, ed il non utilizzo del frutteto incrementa l'afflusso delle miniere soprattutto da parte dei liv1.

-imposizione della tassa minima di un ducato(facilmente recuperabile) a scadenza di 30 giorni, per una maggiore equità. Se la Repubblica sta bene, ne beneficiano tutti i cittadini, e quindi occorre la collaborazione di tutti.


Sul rimborso dovuto a cattiva gestione
Al termine dei mandati municipali e Consiliari, si effettuerà un bilancio, in caso di perdita di liquidità causata da manifesta incapacità nella gestione, il responsabile sarà obbligato ad un risarcimento di 1/3 della perdita.

- Incentivi e riconoscimenti per coloro che lavorano e usano il proprio tempo per la Repubblica. Vice prefetti, Ambasciatori, Maganti, Capiporto, Accademici spesso lavorano molto e non hanno alcun riconoscimento.
Tali riconoscimenti potranno essere valutati dalla commissione economica e culturale in base alle condizioni della Repubblica




Esercito e difesa

- Introduzione di un budget settimanale
Introdurre un budget di base per le operazioni di ordinaria amministrazione della sicurezza. Quando il budget stabilito per quel periodo viene superato, i costi delle operazioni saranno a spese dei militari e le responsabilità ricadono sullo stato maggiore che non è stato capace di gestire la missione entro i costi da loro stessi stimati. Il budget sarà stabilito dai ministri economici e dallo stato maggiore su base settimanale; Il budget sarà applicato ogni settimana anche nel caso in cui non ci siano missioni organizzate e quindi sarà un fondo moneterai che potrà essere utilizzato per corrispondere i salari dei militari.


- Confronto pubblico con tutte le realtà dell'esercito, per individuare le loro problematiche e possibili soluzioni. Sarà aperto un tavolo pubblico ove un rappresentante per ogni grado e membro di ogni Istituzione militare possa
esporre le proprie necessità ed opinioni al Doge e i rappresentanti militari del Consiglio.

-Volontà di dare il giusto riconoscimento all'essere soldato repubblicano e volontà di tutti di formare anche a livello pratico le nostre reclute e i nostri gradi di comando affinchè si sia pronti ad immediate chiamate alle armi.
Rendere la Serenissima uno stato forte dal punto di vista militare è un dovere di tutti. Essere sempre impreparati agli eventi che capitano fulminei non è nella nostra volontà.
Pertanto riconoscendo l'ottimo lavoro fatto finora dal CAR, appoggeremo nuovamente l'iniziativa.



Miniere e Marina

- Le miniere sono sicuramente una risorsa preziosa e vitale per Venezia. In questo mandato lo Sceriffo e il TM hanno aumentato e reso stabile l'afflusso di materie prime ma bisogna continuare sulla stessa strada.
Riteniamo di fondamentale importanza la collaborazione tra i singoli Ministri Economici.
Proporre incentivi e attività ludiche legate all'andare in miniera sopratutto in quelle miniere che risultano sempre scarne e vuote nelle affluenze e che sono vitali per le casse repubblicane.

- Cambio del sistema di tasse portuali.
Analizzando l'attuale sistema, e confrontandolo con quello di altri paesi esteri ci siamo resi conto che il nostro non è competitivo
e rischia anzi di non rendere appetibile il passaggio nell nostre terre quindi proponiamo che il pagamento delle
tasse avverrà come di seguito riportato:

Nel corso dei primi 10 giorni di sosta i Capitani non dovranno pagare nessuna tassa

Dal decimo giorno in poi verrà applicata una tariffa giornaliera per le navi in sosta, in particolare essa sarà cosi fissata:

istituzioni repubblicane/navi in prestito alla repubblica:0
privati serenissimi: 1 ducato giornaliero
privati stranieri: 1,50 ducati giornaliero

Se una nave scaduti i primi dieci giorni di sosta, salpa dal porto dove era ormeggiato ed attracca in un altro porto della Serenissima, prima che siano passati 10 giorni, dovrà pagare una tassa dal giorno dell'attracco in poi, secondo le seguenti tariffe:

istituzioni repubblicane/navi in prestito alla repubblica:0
privati serenissimi: 1 ducato giornaliero
privati stranieri: 1,50 ducati giornalieri



- Pianificazione rotte commerciali
Definire chiaramente le rotte commerciali ordinarie e tenere aggiornato il rapporto commerciale di ogni spedizione affinchè la nave repubblicana sia un utile.
Inoltre ci renderemo promotori della creazione di una fiera "secondaria" gestita in collaborazione dal Team economico affinchè la Repubblica favorisca l'iniziativa dei privati e lo scambio economico attraverso la navigazione.


- Realizzazione di una Venezia's Cup in collaborazione con gli Stati di R2S, Croazia e Modena

- Proponiamo una separazione dei compiti del il ministro delle miniere e delle grandi opere, infatti riteniamo che egli non sia predisposto a dover svolgere ruoli nella Marina.
Dunque ci renderemo promotori della proposta secondo cui egli continui a svolgere la normale amministrazione dovuta anche alle possibilità date dall'Imperatore (gdr off le azioni ig), mentre si vengano a creare due organismi separati per la marina mercantile e quella militare:

_ Per la marina mercantile bisognerebbe creare un'apposita consulta che, sotto l'egida di Sceriffo e Ministro del commercio, sviluppi le attività mercantili che fanno uso di navi;
_La marina militare dovrebbe ricadere sotto uno stato maggiore della marina, che risponda al Capitano in modo che così questi possa coordinare marina ed esercito quando c'è ne fosse la necessità.


- Valorizzazione del servizio traghetto anche proponendo una promozione a livello diplomatico con i nostri vicini. A tal fine desideriamo che si crei un'agenzia apposita che
si occupi della promozione e della realizzazione di tali viaggi.



Politica internazionale e cultura


-Studio e emanazione in tempi brevi della legge sulla supremazia dei mari: tutte le navi non costruite a Venezia o costruite a Venezia ma capitanate da uno straniero potranno avere accesso all’Adriatico solo se autorizzate dalla Serenissima Repubblcia (dogana) e dietro pagamento di una" tassa di protezione" In caso contrario, tutte le navi non veneziane potranno essere attaccate dalle navi al servizio della Repubblica o con lettere di corsa.

-Emanazione delle Lettere di Corsa : il permesso scritto e firmato di attaccare e saccheggiare tutte le navi straniere che non rispettano la legge sulla supremazia dei mari dietro segnalazioen della Repubblica stessa. Parte dei saccheggi (50%) sarà girato interamente alla Serenissima che garantirà al naviglio protezione nei propri porti.

Introduzione della Chiesa come moderatore del confronto politico
La Chiesa Aristotelica crediamo possa svolgere, con il pratiarca o un suo delegato, il ruolo di mediatore nei dibattiti della campagna elettorale, ad un tavolo
di discussione che ci auguriamo sia aperto ragionevolmente ad ogni scadenza elettorale 10 giorni prima delle votazioni.


-CREAZIONE DI CORSI PER CITTADINI
Essendo la Zonta un partito che ritiene fondamentale la cultura dei cittadini della Serenissima Republbica di Venezia, essa rispetta l'impegno di organizzare dei corsi nei quali verranno approfonditi vari argomenti come :
-la religione (con corsi di catechismo seguiti da parroci)
-la storia veneziana (con una persona che terrà delle lezioni in forum per arricchire la propria cultura personale)
-ruoli e funzioni di un consigliere comunale (con un esperto che terrà dei corsi per spiegare in modo approfondito il ruolo dei consiglieri comunali per entrare a far pèarte della politica cittadina)
-marina e navigazione (con un esperto che spiegherà attraverso un corso che si terrà in forum le conoscenze basilari per la Navigazione marittima e fluviale spiegando anche la funzione e i vari tipi di navi presenti)


- MECENATISMO

Vorremmo che i nostri ambasciatori viaggiassero per recarsi personalmente nelle terre di cui siamo amici ed in quelle di cui potremmo diventarlo.
Garantire una presenza fattiva permetterebbe d'imparare in loco le abitudini locali ed acquisire maggiori informazioni su leggi e modalità di governo.
Si potrebbero inviare rappresentanti volontari della Serenissima Repubblica di Venezia, in terre limitrofe o meno, con diverse tipologie di mezzo di trasporto, sia in carrozza, a cavallo ed in nave.
Approfondire i rapporti con le terre che ci sono confintanti ed aprire la strada a possibilità commerciali che ancora ci precludiamo, stringere i rapporti con i rettorati esteri per approfondire la conoscenza interculturale e crare solide basi per coloro che vorranno viaggiare e studiare all'estero.


Elezioni Dicembre 1458



La Zonta, un ponte tra il popolo e le istituzioni per il bene della Serenissima!



Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Thay

avatar

Messaggi : 704
Data d'iscrizione : 28.12.09
Età : 32

MessaggioTitolo: Re: Bozza programma   Dom Dic 12, 2010 11:29 pm

ok per tutto tranne:

-la frase: Diamo spazio al Valore dei Piccoli per far progredire i Grandi...
può essere male interpretata

-non aboliamo la frode fiscale, è un controsenso se mettiamo le tasse, e d'accordo con maimone sulla speculazione, che se ne approfittano subito

-Esercito: mettiamo solo la parte in rosso di Nicuz, e aggiungiamo magari: Ci batteremo per garantire il rispetto per le decisioni dei soldati.

Per il resto ok
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Princesa_Ira Ubertini

avatar

Messaggi : 921
Data d'iscrizione : 28.12.09
Età : 33
Località : verona... rl:napoli

MessaggioTitolo: Re: Bozza programma   Dom Dic 12, 2010 11:41 pm

Ho apportato alcune correzzioni e preparato già per far postare anna che deve solo quotare il mio





Venezia 12 Dicembre 1458, Venezia sede della Zonta

I granelli di sabbia scorrevano velocemente nella clessindra... Le elezioni ormai erano alle porte...
La sede della Zonta era un continuo via vai dei suoi membri che oltre a riunirsi quotidianamente per discutere del programma da presentare al popolo serenissimo erano in fermento per organizzare la festa per il primo anno del movimento, e si decise che il modo migliore era condividere il tutto con coloro per cui avevan ragione di esistere...

Rinnovarsi era da sempre la parola chiave, e questo era la linfa vitale del gruppo... Si era intrapreso il cammino con l'iniziativa di rendere partecipi i votanti nella scelta dei primi candidati in lista, ed ora ogni singolo membro si adoperava per presentare un programma che fosse all'altezza...
Ogni singolo membro con la sua storia, le sue esperienze, le sue idee contribuiva a dare una prospettiva e un analisi diversa per affrontare non solo i problemi ma sopratutto per proporre azioni...
"L'arte del dire" era cosa fin troppo sviluppata, ciò che la Zonta vuole è "L'arte del fare", ed è in questo modo che opera silenziosamente.

Troppo spesso si era perso il senso vero della politica, una politica per gli altri, una politica evolutiva e che getta le basi per le nuove generazioni...
Una politica incivile...Una politica arroccata in se stessa, non è ciò che vuole la Zonta....
Una politica che cerca linfa nei giovani, educata e rispettosa, una politica coinvolgente e attraente, senza sofismi, innovativa, non burocratica, trasparente e aperta all'altro è ciò che la Zonta auspica per l'avvenire e si impegnerà in prima persona per la sua concretizzazione....

I primi fiocchi di neve iniziavano ad imbiancare i paesaggi circostanti e ciò rese il tutto più armonioso e felice...
Mentre gli uomini discutevano sugli ultimi punti del programma, Annamarianna era dedita a preparare la pergamena di presentazione della lista e Ira ed Elisabetta a
riportare il testo...

Quando ebbero terminato consegnarono la pergamena ad un paggio affinchè l'affiggesse nella pubblica piazza....


[rp]Al popolo Serenissimo tutto

La Zonta de Venesia


Ci presentiamo a voi per questa tornata elettorale con un intento preciso, vale a dire lavorare per la nostra Terra
puntando a raggiungere i massimi livelli in ogni campo migliorando ciò che non va.
Niente promesse, niente voli pindarici... Ma proposte concrete da realizzare, senza considerare amicizie e inimicizie...
Un progetto lavorare sodo e bene per Venezia...
Tra le nostre fila annoveriamo membri che hanno lavorato in diversi campi portando sempre ottimi risultati, e ognuno mette la propria esperienza idee e competenza al servizio di Venezia tutta
per contribuire alla crescita della Repubblica.
Punteremo a valorizzare le capacità dei singoli, liberandoli dalle catene che spesso esistono...
Saranno ascoltati gli esperti di ogni ambito, Accademia Militare, Accademia Culturale, Consulta Nobiliare, Consulta dei Quarantia, in quanto riteniamo che gli esperti del mestiere siano in grado di fornire le prospettive migliori.
Crediamo e ci renderemo fautori di un dialogo continuo tra le parti unico modo per poter guardare avanti...
Vi presentiamo il nostro programma suddiviso per sezioni, sperando che esso sia di facile lettura e comprensione e pronti e aperti al dialogo.



Legislazione

La chiarezza delle leggi è uno degli aspetti più importanti per favorire il buon andamento della Repubblica.
La Zonta de Venesia si prefigge di rivedere alcuni articoli del Corpus Iuris per far si che l'interpretazione delle leggi e l'applicazione delle stesse non permetta di venir meno alle proprie responasbilità civili e penali.
Contemporaneamente cercheremo di potenziare le frange della legislazione che hanno subito un accentramento togliendo di fatto potere ai primi responsabili delle città.


- Reinserimento sociale per i condannati
Riteniamo che uno Stato all'avanguardia, deve occuparsi di ogni suo membro e per tale ragione proponiamo che i cittadini che si sono macchiati di reati contro le istituzioni e contro l'individuo vengano reinseriti nella comunità con piccole prove di fiducia per dimostrare la volontà di rimediare ai propri errori. Proponiamo alcuni esempi:


- Restituire la refurtiva di un colpo andato a buon fine
- Svolgere il lavoro duro della miniera per 12 giorni consecutivi
- Cercare un padre confessore e chiedere l'assoluzione dai peccati che testimoni a favore del giudicato
- Lavorare nella risorsa cittadina vendendo il prodotto al municipio ad un prezzo inferiore per almeno 5 giorni (ad esempio legna a 3,50, pesce a 15, frutta a 7) comprovato il tutto dalla testimonianza del sindaco.

Coloro interessati dovranno recarsi nell'ufficio del prefetto, che terrà un registro delle persone che parteciperanno a tale iniziativa. Per ottenere l'attestato di riconoscimento, l'interessato dovrà compiere almeno tre delle azioni sopracitate.


Economia

L'economia è il punto cardine di ogni realtà sociale e politica. Riteniamo che sia opportuno non imbrigliare in catene troppo strette i rappresentanti di tale ambito.
Siamo da sempre favorevoli al libero mercato...
Molto è stato fatto nel passato consiglio, ma ancora c'è da lavorare... La situazione economica attuale non gode di ottima salute, motivo per cui, bisogna ristabilire la situazione al fine di non dover fare salti mortali per arrivare a fine settimana, avendo le mani legate sui vari ed eventuali progetti che si vogliono attuare,oltre alla normale amministrazione con sempre maggiori commerci ecc, le riforme economiche che proponiamo sono:

-abolizione totale della legge sullo schiavismo, che comporta i seguenti benefici:migliore affluenza mineraria, abbassamento dei costi delle materie prime, quindi poi degli altri prodotti, minori spese processuali e vigilanza dei Vp, che possono impiegare il tempo in altri monitoraggi.

-Nel conteggio del Consolidato, nelle città di foresta, il controvalore delle asce deve essere un terzo di quello di acquisto, per lasciare al Sindaco maggiore autonomia gestionale non costringendolo ad una donazione che può portare complicanze

-Finchè le casse non godranno di buonissima salute, si propone un ridimenzionamento delle spese di prestigio, al fine di convertire merce in denaro per eventuali investimenti.

- Riteniamo opportuno che ogni 20 giorni siano fatte prove per la sostituzione della Fiera della Repubblica, per evitare che al momento della sua chiusura ci sia disorganizzazione;
Il Tm e Lo sceriffo si dovranno coordinare per almeno 4 giorni per far sì che le esecitazioni si svolgano al meglio preparando tutti i sindaci della Repubblica.


Piano di ripristino cassa ( di durata 30 giorni)

-blocco dell'acquisto di frutta da parte della Repubblica: abbiamo in moltissime città un esubero di verdure a prezzi bassissimi, ed il non utilizzo del frutteto incrementa l'afflusso delle miniere soprattutto da parte dei liv1.

-imposizione della tassa minima di un ducato(facilmente recuperabile) a scadenza di 30 giorni, per una maggiore equità. Se la Repubblica sta bene, ne beneficiano tutti i cittadini, e quindi occorre la collaborazione di tutti.


Sul rimborso dovuto a cattiva gestione
Al termine dei mandati municipali e Consiliari, si effettuerà un bilancio, in caso di perdita di liquidità causata da manifesta incapacità nella gestione, il responsabile sarà obbligato ad un risarcimento di 1/3 della perdita.

- Incentivi e riconoscimenti per coloro che lavorano e usano il proprio tempo per la Repubblica. Vice prefetti, Ambasciatori, Maganti, Capiporto, Accademici spesso lavorano molto e non hanno alcun riconoscimento.
Tali riconoscimenti potranno essere valutati dalla commissione economica e culturale in base alle condizioni della Repubblica




Esercito e difesa

- Introduzione di un budget settimanale
Introdurre un budget di base per le operazioni di ordinaria amministrazione della sicurezza. Quando il budget stabilito per quel periodo viene superato, i costi delle operazioni saranno a spese dei militari e le responsabilità ricadono sullo stato maggiore che non è stato capace di gestire la missione entro i costi da loro stessi stimati. Il budget sarà stabilito dai ministri economici e dallo stato maggiore su base settimanale; Il budget sarà applicato ogni settimana anche nel caso in cui non ci siano missioni organizzate e quindi sarà un fondo moneterai che potrà essere utilizzato per corrispondere i salari dei militari.


- Confronto pubblico con tutte le realtà dell'esercito, per individuare le loro problematiche e possibili soluzioni. Sarà aperto un tavolo pubblico ove un rappresentante per ogni grado e membro di ogni Istituzione militare possa
esporre le proprie necessità ed opinioni al Doge e i rappresentanti militari del Consiglio.

-Volontà di dare il giusto riconoscimento all'essere soldato repubblicano e volontà di tutti di formare anche a livello pratico le nostre reclute e i nostri gradi di comando affinchè si sia pronti ad immediate chiamate alle armi.
Rendere la Serenissima uno stato forte dal punto di vista militare è un dovere di tutti. Essere sempre impreparati agli eventi che capitano fulminei non è nella nostra volontà.
Pertanto riconoscendo l'ottimo lavoro fatto finora dal CAR, appoggeremo nuovamente l'iniziativa.
Ci batteremo per garantire il rispetto per le decisioni dei soldati.



Miniere e Marina

- Le miniere sono sicuramente una risorsa preziosa e vitale per Venezia. In questo mandato lo Sceriffo e il TM hanno aumentato e reso stabile l'afflusso di materie prime ma bisogna continuare sulla stessa strada.
Riteniamo di fondamentale importanza la collaborazione tra i singoli Ministri Economici.
Proporre incentivi e attività ludiche legate all'andare in miniera sopratutto in quelle miniere che risultano sempre scarne e vuote nelle affluenze e che sono vitali per le casse repubblicane.

- Cambio del sistema di tasse portuali.
Analizzando l'attuale sistema, e confrontandolo con quello di altri paesi esteri ci siamo resi conto che il nostro non è competitivo
e rischia anzi di non rendere appetibile il passaggio nell nostre terre quindi proponiamo che il pagamento delle
tasse avverrà come di seguito riportato:

Nel corso dei primi 10 giorni di sosta i Capitani non dovranno pagare nessuna tassa

Dal decimo giorno in poi verrà applicata una tariffa giornaliera per le navi in sosta, in particolare essa sarà cosi fissata:

istituzioni repubblicane/navi in prestito alla repubblica:0
privati serenissimi: 1 ducato giornaliero
privati stranieri: 1,50 ducati giornaliero

Se una nave scaduti i primi dieci giorni di sosta, salpa dal porto dove era ormeggiato ed attracca in un altro porto della Serenissima, prima che siano passati 10 giorni, dovrà pagare una tassa dal giorno dell'attracco in poi, secondo le seguenti tariffe:

istituzioni repubblicane/navi in prestito alla repubblica:0
privati serenissimi: 1 ducato giornaliero
privati stranieri: 1,50 ducati giornalieri



- Pianificazione rotte commerciali
Definire chiaramente le rotte commerciali ordinarie e tenere aggiornato il rapporto commerciale di ogni spedizione affinchè la nave repubblicana sia un utile.
Inoltre ci renderemo promotori della creazione di una fiera "secondaria" gestita in collaborazione dal Team economico affinchè la Repubblica favorisca l'iniziativa dei privati e lo scambio economico attraverso la navigazione.


- Realizzazione di una Venezia's Cup in collaborazione con gli Stati di R2S, Croazia e Modena

- Proponiamo una separazione dei compiti del il ministro delle miniere e delle grandi opere, infatti riteniamo che egli non sia predisposto a dover svolgere ruoli nella Marina.
Dunque ci renderemo promotori della proposta secondo cui egli continui a svolgere la normale amministrazione dovuta anche alle possibilità date dall'Imperatore (gdr off le azioni ig), mentre si vengano a creare due organismi separati per la marina mercantile e quella militare:

_ Per la marina mercantile bisognerebbe creare un'apposita consulta che, sotto l'egida di Sceriffo e Ministro del commercio, sviluppi le attività mercantili che fanno uso di navi;
_La marina militare dovrebbe ricadere sotto uno stato maggiore della marina, che risponda al Capitano in modo che così questi possa coordinare marina ed esercito quando c'è ne fosse la necessità.


- Valorizzazione del servizio traghetto anche proponendo una promozione a livello diplomatico con i nostri vicini. A tal fine desideriamo che si crei un'agenzia apposita che
si occupi della promozione e della realizzazione di tali viaggi.



Politica internazionale e cultura


-Studio e emanazione in tempi brevi della legge sulla supremazia dei mari: tutte le navi non costruite a Venezia o costruite a Venezia ma capitanate da uno straniero potranno avere accesso all’Adriatico solo se autorizzate dalla Serenissima Repubblcia (dogana) e dietro pagamento di una" tassa di protezione" In caso contrario, tutte le navi non veneziane potranno essere attaccate dalle navi al servizio della Repubblica o con lettere di corsa.

-Emanazione delle Lettere di Corsa : il permesso scritto e firmato di attaccare e saccheggiare tutte le navi straniere che non rispettano la legge sulla supremazia dei mari dietro segnalazioen della Repubblica stessa. Parte dei saccheggi (50%) sarà girato interamente alla Serenissima che garantirà al naviglio protezione nei propri porti.

Introduzione della Chiesa come moderatore del confronto politico
La Chiesa Aristotelica crediamo possa svolgere, con il pratiarca o un suo delegato, il ruolo di mediatore nei dibattiti della campagna elettorale, ad un tavolo
di discussione che ci auguriamo sia aperto ragionevolmente ad ogni scadenza elettorale 10 giorni prima delle votazioni.


-Creazione di Corsi formativi
Essendo la Zonta un partito che ritiene fondamentale la cultura dei cittadini della Serenissima Republbica di Venezia, essa rispetta l'impegno di organizzare dei corsi nei quali verranno approfonditi vari argomenti come :
-la religione (con corsi di catechismo seguiti da parroci)
-la storia veneziana (con una persona che terrà delle lezioni in forum per arricchire la propria cultura personale)
-ruoli e funzioni di un consigliere comunale (con un esperto che terrà dei corsi per spiegare in modo approfondito il ruolo dei consiglieri comunali per entrare a far pèarte della politica cittadina)
-marina e navigazione (con un esperto che spiegherà attraverso un corso che si terrà in forum le conoscenze basilari per la Navigazione marittima e fluviale spiegando anche la funzione e i vari tipi di navi presenti)


- Mecenatismo
Riteniamo che la Serenissima sia potenzialmente uno Stato in grado di rendersi fautore dello splendore culturale, e auspichiamo che sia fonte attrattiva per tutti gli artisti.

- Ambasciatori itineranti
Vorremmo che i nostri ambasciatori viaggiassero per recarsi personalmente nelle terre di cui siamo amici ed in quelle di cui potremmo diventarlo.
Garantire una presenza fattiva permetterebbe d'imparare in loco le abitudini locali ed acquisire maggiori informazioni su leggi e modalità di governo.
Si potrebbero inviare rappresentanti volontari della Serenissima Repubblica di Venezia, in terre limitrofe o meno, con diverse tipologie di mezzo di trasporto, sia in carrozza, a cavallo ed in nave.
Approfondire i rapporti con le terre che ci sono confintanti ed aprire la strada a possibilità commerciali che ancora ci precludiamo, stringere i rapporti con i rettorati esteri per approfondire la conoscenza interculturale e crare solide basi per coloro che vorranno viaggiare e studiare all'estero.

Elezioni Dicembre 1458



La Zonta, un ponte tra il popolo e le istituzioni per il bene della Serenissima![/rp]


Ultima modifica di Princesa_Ira Ubertini il Lun Dic 13, 2010 1:21 am, modificato 4 volte
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Princesa_Ira Ubertini

avatar

Messaggi : 921
Data d'iscrizione : 28.12.09
Età : 33
Località : verona... rl:napoli

MessaggioTitolo: Re: Bozza programma   Dom Dic 12, 2010 11:44 pm

Thay ha scritto:
ok per tutto tranne:

-la frase: Diamo spazio al Valore dei Piccoli per far progredire i Grandi...
può essere male interpretata Eliminata

-non aboliamo la frode fiscale, è un controsenso se mettiamo le tasse, e d'accordo con maimone sulla speculazione, che se ne approfittano subito... non è un controsenso perchè diciamo che è una legge inutile, perchè non si può obbligare a pagare ma si possono imporre le tasse

-Esercito: mettiamo solo la parte in rosso di Nicuz, e aggiungiamo magari: Ci batteremo per garantire il rispetto per le decisioni dei soldati. inserito

Per il resto ok

Fatto gli ultimi cambiamenti se siete daccordo dico ad anna di aprire....

Mai ho tolto la proposta sulla speculazione
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Nicuz

avatar

Messaggi : 316
Data d'iscrizione : 29.12.09

MessaggioTitolo: Re: Bozza programma   Dom Dic 12, 2010 11:48 pm

mmm concordo con Thay sul fatto della legge sulla frode fiscale.
Va pensata meglio
Io eviterei di mettercela per ora..... Twisted Evil
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Maimone

avatar

Messaggi : 429
Data d'iscrizione : 29.12.09

MessaggioTitolo: Re: Bozza programma   Lun Dic 13, 2010 12:01 am

Princesa_Ira Ubertini ha scritto:
Thay ha scritto:
ok per tutto tranne:

-la frase: Diamo spazio al Valore dei Piccoli per far progredire i Grandi...
può essere male interpretata Eliminata

-non aboliamo la frode fiscale, è un controsenso se mettiamo le tasse, e d'accordo con maimone sulla speculazione, che se ne approfittano subito... non è un controsenso perchè diciamo che è una legge inutile, perchè non si può obbligare a pagare ma si possono imporre le tasse
invece si che si può obbligare, chi non le paga viene processato e paga anche le spese processuali

-Esercito: mettiamo solo la parte in rosso di Nicuz, e aggiungiamo magari: Ci batteremo per garantire il rispetto per le decisioni dei soldati. inserito

Per il resto ok

Fatto gli ultimi cambiamenti se siete daccordo dico ad anna di aprire....

Mai ho tolto la proposta sulla speculazione
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Maimone

avatar

Messaggi : 429
Data d'iscrizione : 29.12.09

MessaggioTitolo: Re: Bozza programma   Lun Dic 13, 2010 12:03 am

io direi di togliere tutta la parte su manipolazione del mercato e ordinanze varie, diciamo di voler dare autonomia ai sindaci ma poi gli aboliamo le ordinanze? non ha molto senso la cosa...
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Princesa_Ira Ubertini

avatar

Messaggi : 921
Data d'iscrizione : 28.12.09
Età : 33
Località : verona... rl:napoli

MessaggioTitolo: Re: Bozza programma   Lun Dic 13, 2010 12:09 am

Nicuz ha scritto:
mmm concordo con Thay sul fatto della legge sulla frode fiscale.
Va pensata meglio
Io eviterei di mettercela per ora..... Twisted Evil

Non ti vorrei dire ma l'hai messa tu.... Evil or Very Mad Evil or Very Mad Evil or Very Mad Evil or Very Mad Evil or Very Mad
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Princesa_Ira Ubertini

avatar

Messaggi : 921
Data d'iscrizione : 28.12.09
Età : 33
Località : verona... rl:napoli

MessaggioTitolo: Re: Bozza programma   Lun Dic 13, 2010 12:09 am

Maimone ha scritto:
io direi di togliere tutta la parte su manipolazione del mercato e ordinanze varie, diciamo di voler dare autonomia ai sindaci ma poi gli aboliamo le ordinanze? non ha molto senso la cosa...

fatto editato
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Thay

avatar

Messaggi : 704
Data d'iscrizione : 28.12.09
Età : 32

MessaggioTitolo: Re: Bozza programma   Lun Dic 13, 2010 12:27 am

Vi ricordate il casino che hanno fatto quando vie invitava a non pagare le tasse?

vogliamo che ci attacchino dicendo che avvalliamo quella cosa?

nnt abolizione
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Princesa_Ira Ubertini

avatar

Messaggi : 921
Data d'iscrizione : 28.12.09
Età : 33
Località : verona... rl:napoli

MessaggioTitolo: Re: Bozza programma   Lun Dic 13, 2010 12:32 am

Thay ha scritto:
Vi ricordate il casino che hanno fatto quando vie invitava a non pagare le tasse?

vogliamo che ci attacchino dicendo che avvalliamo quella cosa?

nnt abolizione

l'ho tolto...
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Princesa_Ira Ubertini

avatar

Messaggi : 921
Data d'iscrizione : 28.12.09
Età : 33
Località : verona... rl:napoli

MessaggioTitolo: Re: Bozza programma   Lun Dic 13, 2010 3:00 am

Anna ha postato...Mi raccomando cerchiamo di intervenire un pò tutti
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Bozza programma   

Torna in alto Andare in basso
 
Bozza programma
Torna in alto 
Pagina 2 di 2Vai alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» Salvataggio domanda di mobilità in bozza

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
La Zonta de Venesia :: Dicembre 1458-
Vai verso: